1 5

Sanremo 2018: Ermal Meta e Fabrizio Moro e la squalifica per "Non avete fatto niente", cosa sta succedendo e la risposta Rai

/pictures/2018/02/07/sanremo-2018-ermal-meta-e-fabrizio-moro-e-la-squalifica-per-non-avete-fatto-niente-cosa-sta-succedendo-e-la-riposta-rai-2163051813[5214]x[2174]780x325.jpeg Ansa
A Sanremo 2018 scoppia il caso Ermal Meta-Fabrizio Moro. "Non avete fatto niente" infatti sarebbe la riproposizione di un vecchio brano dello stesso autore "già eseguito in pubblico due volte" secondo la sala stampa. Ecco la risposta di Fasulo del Festival e cosa sta succedendo

Sanremo 2018: Ermal Meta e Fabrizio Moro

Sanremo 2018: Ermal Meta e Fabrizio Moro erano dati per vincitori sin dall'inizio del Festival, ma ieri sera dopo l'esecuzione della loro canzone "Non avete fatto niente" se la sono vista davvero brutta. Cosa è successo? E cosa ha risposto Claudio Fasulo, della Rai, sulla squalifica proposta per Ermal Meta e Fabrizio Moro

La leggenda di Cristalda e Pizzomunno: testo, video e storia vera della canzone di Max Gazzé a Sanremo 2018

Sanremo 2018, il testo di "Non mi avete fatto niente"

A Il Cairo non lo sanno che ore sono adesso
Il sole sulla Rambla oggi non è lo stesso
In Francia c’è un concerto
la gente si diverte
Qualcuno canta forte
Qualcuno grida a morte
A Londra piove sempre ma oggi non fa male
Il cielo non fa sconti neanche a un funerale
A Nizza il mare è rosso di fuochi e di vergogna
Di gente sull’asfalto e sangue nella fogna 
E questo corpo enorme che noi chiamiamo Terra
Ferito nei suoi organi dall’Asia all’Inghilterra
Galassie di persone disperse nello spazio
Ma quello più importante è lo spazio di un abbraccio
Di madri senza figli, di figli senza padri
Di volti illuminati come muri senza quadri
Minuti di silenzio spezzati da una voce
Non mi avete fatto niente
Non mi avete fatto niente
Non mi avete tolto niente
Questa è la mia vita che va avanti
Oltre tutto, oltre la gente
Non mi avete fatto niente
Non avete avuto niente
Perché tutto va oltre le vostre inutili guerre
C’è chi si fa la croce
E chi prega sui tappeti
Le chiese e le moschee
l’Imàm e tutti i preti
Ingressi separati della stessa casa
Miliardi di persone che sperano in qualcosa
Braccia senza mani
Facce senza nomi
Scambiamoci la pelle
In fondo siamo umani
Perché la nostra vita non è un punto di vista
E non esiste bomba pacifista
Non mi avete fatto niente
Non mi avete tolto niente
Questa è la mia vita che va avanti
Oltre tutto, oltre la gente
Non mi avete fatto niente
Non avete avuto niente
Perché tutto va oltre le vostre inutili guerre
Le vostre inutili guerre
Cadranno i grattaceli
E le metropolitane
I muri di contrasto alzati per il pane
Ma contro ogni terrore che ostacola il cammino
Il mondo si rialza
Col sorriso di un bambino 
Col sorriso di un bambino 
Col sorriso di un bambino 
Non mi avete fatto niente
Non avete avuto niente
Perché tutto va oltre le vostre inutili guerre
Non mi avete fatto niente
Le vostre inutili guerre
Non mi avete tolto niente
Le vostre inutili guerre
Non mi avete fatto niente
Le vostre inutili guerre
Non avete avuto niente
Le vostre inutili guerre
Sono consapevole che tutto più non torna
La felicità volava
Come vola via una bolla 

Sanremo 2018: cosa è successo con la canzone di Ermal Meta e Fabrizio Moro

Dopo la prima serata di Sanremo 2018 i giornalistidi Altrospettacolo hanno accusato Meta e Moro di aver "usato" una canzone del 2016. Il brano aveva un autore, Febo, in comune appunto con la canzone "Silenzio", che aveva partecipato a Sanremo giovani del 2016. Qui un confronto fra le due canzoni

Alcuni parti delle canzoni sembrano le stesse, e quindi da ieri in molti chiedono una squalifica per la canzone di Ermal Meta e Fabrizio Moro, che non sarebbe né nuova né inedita, anche se non si può parlare di plagio dato che l'autore ha citato una sua vecchia canzone.

Sanremo 2018: la risposta in conferenza stampa di Baglioni e della Rai

La questione è stata protagonista di un'accesa conferenza stampa in vista della seconda serata di Sanremo 2018: Claudio Fasulo della Rai ha risposto, a domanda, che la canzone era confacente al regolamento poiché la citazione e il campionamento della vecchia canzone era minore al 30% del totale del nuovo brano.

Fasulo ha perso sottolineato che la Rai sta comunque valutando il tutto con i legali, ferma restando la presunzione di innocenza dei cantanti in questione.

I giornalisti non hanno però mollato l'osso, sottolineando che il vecchio brano potrebbe aver generato anche dei proventi Siae, contravvenendo così anche alla regola della non commercialità previa della canzone in gara.

Un botta e risposta duro, che non ha chiuso la faccenda: la Rai sta studiando ancora cosa decidere sulla squalifica per Ermal Meta e Fabrizio Moro.

gpt skin_mobile-notizie-0