1 5

La Bella e la Bestia, se l'amore e il live action tutto possono, la recensione | Le differenze con il classico | Trailer | Abiti | Data di uscita

/pictures/2017/03/06/la-bella-e-la-bestia-recensione-trailer-1124721384[1837]x[765]1200x500.jpeg
La Bella e la Bestia 2017 | La recensione, il trailer, la colonna sonora e tante foto sul film Walt Disney con Emma Watson nei panni di Bella, le differenze con il cartone animato, gli effetti speciali e tutte le collezioni moda ispirate a Belle

La recensione del film La Bella e la Bestia

"Sarò anche una ragazza di campagna, ma di certo non sono una ragazza semplice"

Noi bambine degli anni '90 oggi sappiamo tutte le battute e ogni strofa della colonna sonora, noi bambine degli anni '90 ci siamo chieste se quel vestito giallo ci sarebbe stato bene e ci siamo sempre, inevitabilmente, risposte di no.
Noi bambine degli anni'90 avevamo rivisto in Maurice (quello animato sparisce davanti ad un immenso Kevin Kline della versione cinematografica) i nostri teneri e a volte sconclusionati padri e avevamo rivisto in Belle una come noi, che a volte veniva definita "sì molto carina, ma che strana.. pensa che preferisce leggere". Noi bambine degli anni '90 ci eravamo spaventate con lei quando la Bestia era uscita per la prima volta alla luce di un candelabro parlante, ma poi il cuore si era aperto alla vista di una bibioteca tutta per noi, perchè che paura possono fare un grande castello fatiscente e un grosso bestione peloso se possiamo avere migliaia di libri da leggere in beata solitudine? 

Sergei Polunin: quando arriva in Italia il film Dancer sul ballerino più controverso? | Vita privata | Tatuaggi | Cicatrici | Instagram

Noi bambine degli anni '90 abbiamo guardato in quegli occhi blu e in quegli impacciati gesti gentili, abbiamo risposto a tono ad ogni provocazione e abbiamo sentito che l'amore sarebbe stato possibile.
Pechè "Tu non sei l’ideale, non ti avrei sognato accanto a me, ma ora sei reale, hai qualcosa che non ho mai visto prima in te. Ma guarda un po’ Che dir non so Di tutto ciò Neanch’io però è proprio vero che l’amore tutto può"

E tanti anni dopo ci sediamo trepidanti nella poltrona di un cinema sperando che quella magia ci venga restituita nel nuovo film dedicato alla favola.
E accade. Nella versione 2017 de "La bella e la bestia"26 anni dopo il film d'animazione Walt Disney campione d'incassi e di gradimento, la magia e l'emozione non solo rimangono inalterate, sono, semplicemente, meglio.
E' tutto reale, spettacolare, tridimensionale, è tutto più umano. Ci sono poi altre storie dietro la storia principale del film, capiamo con il senno di poi perchè Belle vive da sola con il padre, capiamo cosa aveva reso il principe così duro di cuore, conosciamo meglio la strega Agata e ci sorprendiamo di gioia nella meravigliosa sequenza di scene finali con tutte le trasformazioni che ridonano il corpo agli oggetti.
E che corpo signori, un cast incredibile che si è prestato per apparire sullo schermo solo pochi minuti, una carrellata di nomi che farebbe impallidire la notte degli Oscar: Tockins è Ian McKellen, Lumiere è Ewan Mc Gregor (chi se non lui dopo la sua interpretazione in Moulin Roge poteva canntare "Stia con noi?"), Mrs Bric è Emma Thompson, Cadenza è Stanley Tucci e così via.

A proposito di corpi prestati al live action veniamo ai due protagonisti: Emma Watson dà a Belle non solo la fresca bellezza e la malizia dell'intelligenza, ma anche quel coraggio, quell'indomita passione e quell'amore per la giustizia, che la rendono una delle eroine più positive per le bambine di oggi. 
E Dan Stevens, mai perdonato dalle fan di Dowton's Abbey e già amatissimo da quelle di Legion, è il principe che tutte abbiamo sognato di veder apparire da sotto la pelliccia e i vestiti strappati della bestia, su di lui anche l'improbabile parrucca lunga bionda sembra avere un senso, anche se come Bella avremmo preferito che la truccatrice gli avesse lasciato un accenno di barba.

Nota di merito per la trasposizione di Gaston che, dobbiamo dirlo, affascinante com'è interpretato da Luke Evans, ci sembra addirittura meno stupido, maschilista e borioso del suo alter ego animato.
Stessa cosa possiamo dire per l'ottimo lavoro fatto con il suo degno compagno Le Tont (Josh Gad), un personaggio non certo di spicco nel cartone, che qui acquista molto più spazio e sfumature.

Guarda il nostro video dall'anteprima londinese de "La Bella e la Bestia" con le interviste al cast

 

 

L'abito giallo di Bella al ballo creato dalla costumista Jacqueline Durran

Jacqueline Durran (già costumista di  Pan, Anna Karenina, Orgoglio e Pregiudizio, Macbeth, Tata Matilda per citarne solo alcuni, ha creato un vero capolavoro ambientando il suo lavoro nella Francia della seconda metà del XVIII secolo sia per le scenografie, gli oggetti di scena, i costumi, le acconciature e il trucco, sicuramente fedele omaggio al film del '91 ma tutti inseriti in un contesto storico e di storia del costume preciso (memorabile in tal senso la festa a palazzo della scena d'apertura)
La produzione, lodevolmente, ha puntato inoltre su costumi ecosostenibili preparati con tessuti provenienti dal commercio equo e solidale, tinte naturali e stampe realizzate con blocchi di legno come si faceva un tempo.
La Durran ha ideato tutti i costumi di tutti i personaggi ma la sfida più grande è stata creare l’iconico vestito giallo del ballo del castello, quello che tutte si ricordano. 
 
“Sapevamo che il vestito doveva essere giallo per rendere omaggio al film d’animazione. Abbiamo cercato di reinterpretarlo ed evidenziarlo maggiormente aggiungendo un po’ più di tessuto e rendendolo più credibile”. L’abito è stato creato con 54 metri di organza di seta a strati tinta di giallo e poi tagliata in una forma circolare.
I due strati superiori sono stati decorati con una filigrana di foglie d’oro in un motivo che corrisponde al pavimento Rococò della sala da ballo e arricchiti con 2160 cristalli Swarovski, il tutto per più di 12.000 ore di preparazione. Per permettere a Emma Watson di muoversi liberamente, il vestito non ha né un corsetto né una gabbia per la gonna in crinolina, in omaggio ad un personaggio di Belle meno 'costretto' e più libero di muoversi, cavalcare, combattere

Dove trovare le collezioni di giochi, abiti, make-up e oggetti pe rla casa ispirati a La Bella e La Bestia

  • Grande festa nei Disney Store per la nuova meravigliosa linea di prodotti ispirata a “La Bella e la Bestia”,  dagli abiti alle tazze, alla cartoleria alle bambole fino ad esclusive edizioni limitate come il servizio da te da collezione in porcellana (con Mr.Bric) o la cover per cellulare con specchio magico
    Per celebrare il lancio dei prodotti, a partire da sabato 4 marzo Disney Store ospiterà una serie di attività gratuite in-store per tutti i bambini e le loro famiglie a tema La Bella e La Bestia. 
  • Lo stilista Christopher Kane ha dedicato al film una capsule collection che gioca sul tema della rosa come applicazione in organza su abiti in tulle e in pizzo, ricamata, stampata acquistabile online su Yoox.com, sul sito e-commerce christopherkane.com e in store selezionati come Banner a Milano. La capsule è stata approvata secondo i 'Principi di Eccellenza Sostenibile' del GCC (Green carpet challenge)
  • Altra carinissima capsule collection ispirata al film e composta da t-shirt e felpe da Zuiki disponibile in store dal 10 marzo. Never judge a book by its cover (Mai giudicare un libro dalla copertina) è uno dei messaggi che ZUIKI vuole trasferire attraverso questa capsule, con T-shirt, felpe e canotte energiche e grintose, ma che sembrano uscire direttamente dalla favola
  • Atelier Swarovski ha dedicato a Belle e al tema della rosa rossa una collezione tematica romantica e preziosa che va dalle mollette per capelli agli anelli fino ai ciondoli.
  • OVS ha pensato ad una linea di t-shirt per le bambine amanti di Belle
  • Asics ha realizzato un modello di sneakers a tema limited edition
  • Caleffi personalizza la cameretta con copriletto e completo lenzuola per le bambine
  • L’Oréal Paris ha lanciato una favolosa collezione limited edition di sette rossetti Color Riche abbinati a sette smalti acquistabili singolarmente o con il cofanetto completo con la scatola a forma di castello in vendita a 153,95 euro anche sul sito Douglas 
  • Tutti i personaggi del film si possono ritrovare sottoforma di dolls Hasbro, Clementoni ha rinnovato la linea con nuovi puzzle ispirati alle scene del film, mentre la linea Disney Princess di Lego ha inserito il castello della Bestia in catalogo.
  • Seven ha pensato ad una linea completa per la scuola in vista del back to school 2017

La colonna sonora del film La Bella e La bestia con nuove canzoni originali rispetto al cartone del 1991

La colonna sonora del film d'animazione del 1991 è tutt'oggi nel nostro immaginario grazie a canzoni rese immortali, bellissime anche se slegate dalla narrazione quindi l'ardio compito era quello di non limitarsi a trasporle in questa nuova versione, ma aggiungere qualcosa di significativo.
“Bill voleva rendere le musiche del film d’animazione più tridimensionali, sia in senso letterale che dal punto di vista dei personaggi”, afferma il compositore Alan Menken (al 3° posto nella classifica delle persone che hanno vinto più Oscar di tutti i tempi e tra gli autori delle canzoni del primo film). “Ha una profonda comprensione del romanticismo al centro della storia e sa quanto sia importante, ma allo stesso tempo si rende conto che si tratta di un film spettacolare, dove ci sono candelieri parlanti e orologi danzanti”.
Le nuove canzoni scritte da Alan Menken e Tim Rice raccontano nuove parti della storia, intrecci riguardandi il passato del principe-bestia e di Belle che nel primo film non venivano presi inconsiderazioni, e così toccanti che avevano bisogno di nuovi brani originali.
Tra le nuove canzoni ad esempio ce n'è una struggente cantata magnificamente da Dan Stevens tra le torri del suo castello, sofferente e malinconico dopo aver lasciato Belle libera di tornare dal padre, e si sente immensamente solo dopo aver assaporato la felicità e l'amore.
La colonna sonora originale che comprende le voci di Celine Dion, Ariana Grande, John Legend e Josh Groban sarà distribuita da Universal Music nei negozi di dischi e Disney Store a partire dal 10 marzo 2017
Nel disco sono presenti anche performance degli interpreti e doppiatori italiani, tra cui Vittoria Puccini (voce della maga Agata), Fiamma Izzo (Madame de Garderobe), Ilaria De Rosa (Belle), Marco Manca (Gaston), Luca Biagini (Maurice), Daniele Giuliani (Le Tont), Frédéric Lachkar (Lumiere), Luca Velletri (Bestia).
Per l’occasione, la Universal Music pubblicherà sempre il 10 marzo 2017, la riedizione su CD della Colonna sonora del film d’aminazione del 1991, con artisti italiani fra cui l'indimenticato duetto Gino Paoli / Amanda Sandrelli.

Tracklist completa della colonna sonora italiana de La Bella e la Bestia

  1. OUVERTURE – MUSICA DI ALAN MENKEN

  2. PROLOGO (1 PARTE) – NARRATORE: VITTORIA PUCCINI

  3. UNA NOTTE DI PURA MAGIA – FIAMMA IZZO

  4. PROLOGO (2 PARTE) NARRATORE: VITTORIA PUCCINI

  5. BELLE – ILARIA DE ROSA, MARCO MANCA, CORO

  6. L’AMORE DURA – LUCA BIAGINI

  7. ECCO GASTON – DANIELE GIULIANI, MARCO MANCA, CORO

  8. STIA CON NOI  – FRÉDÉRIC LACHKAR, GIOVANNA RAPATTONI, JACQUELINE MAIELLO FERRY, PIETRO BIONDI

  9. QUEI GIORNI PASSATI – SIMONE IUÈ, FABRIZIO PUCCI, FRÉDÉRIC LACHKAR, JACQUELINE MAIELLO FERRY, PIETRO BIONDI, GIOVANNA RAPATTONI, ILARIA DE ROSA, FIAMMA IZZO, NICOLA GARGAGLIA

  10. UNO SGUARDO D’AMORE (2017) – ILARIA DE ROSA, LUCA VELLETRI, FRÉDÉRIC LACHKAR, PIETRO BIONDI, GIOVANNA RAPATTONI, ALESSANDRO CARLONI, JACQUELINE MAIELLO FERRY

  11. LA SOFFITTA DEI RICORDI – ILARIA DE ROSA

  12. LA BELLA E LA BESTIA (2017) – GIOVANNA RAPATTONI

  13. PER SEMPRE – LUCA VELLETRI

  14. ATTACCO AL CASTELLO (2017) – MARCO MANCA, DANIELE GIULIANI, GIOVANNA RAPATTONI, PIETRO BIONDI, FABRIZIO PUCCI, ALESSANDRO CARLONI, JACQUELINE MAIELLO FERRY, FRÉDÉRIC LACHKAR

  15. LA BELLA E LA BESTIA (REPRISE) (2017) – FIAMMA IZZO, GIOVANNA RAPATTONI, CORO

  16. HOW DOES A MOMENT LAST FOREVER – CELINE DION

  17. BEAUTY AND THE BEAST – ARIANA GRANDE E JOHN LEGEND

  18. EVERMORE – JOSH GROBAN

Le 5 curiosità più strane sulla realizzazione del live action "La bella e la Bestia"

  1. Per dar vita al paesino immaginario di Villeneuve (impressionantemente identico a quello del cartone animato), in cui vivono Belle e suo padre, ci si è ispirati al villaggio di Conque, nel sud della Francia. 
  2. Per la canzone d'apertura al mercato sono state utilizzate più di 150 comparse, centinaia di animali, 28 carretti e innumerevoli oggetti di scena
  3. Per la sala da ballo del castello il pavimento è stato realizzato con 1114 m² di finto marmo ispirato a un motivo presente sul soffitto dell’abbazia benedettina di Braunau, in Germania. I dieci lampadari di vetro, ognuno dia quattro metri per due, sono stati realizzati sulla base di alcuni lampadari di Versailles
  4. Il design della biblioteca del castello è basato su quello di una celebre biblioteca che si trova in Portogallo (l'ottocentesca libreria Lello di Porto) con un pavimento di finto marmo e migliaia di libri creati appositamente per il film. 
  5. Per creare una Bestia fotorealistica mantenendo al tempo stesso l’espressività  (e i meravigliosi occhi blu)  di Dan Stevens, è stata utilizzata una combinazione di performance capture e MOVA facial capture. Per le riprese delle sequenze in cui la Bestia interagisce con i personaggi in carne e ossa, Stevens ha recitato insieme agli altri membri del cast indossando dei trampoli, una tuta con muscoli finti e una calzamaglia grigia per la performance capture.

Logan, The Wolverine, la recensione

La Bella e la Bestia - Trailer italiano

 

Il diritto di contare, la recensione di un film perfetto da vedere se sei donna

La Bella e la Bestia, tutte le informazioni sul film

gpt skin_mobile-notizie-0