1 5

Libri gialli per un'Estate da brivido!

/pictures/2016/06/28/libri-gialli-per-un-estate-da-brivido-1063198993[2605]x[1084]780x325.jpeg iStock
gpt native-top-foglia-notizie
Per movimentare un po' la quiete delle vacanze, ecco i libri gialli per l'Estate 2016: di brividi e intrighi ne troverete in quantità, tanto da non sentirvi sicure nemmeno sotto l'ombrellone!

Libri gialli per l'Estate 2016

Pericolosi assassini da scoprire, storie inquietanti da decifrare e killer pronti a colpire ancora. Il giallo è il colore dell’Estate, e non solo perché è il must have da sfoggiare sugli abiti, ma anche perché nulla come i libri gialli ci fa compagnia in spiaggia. Un romanzo giallo è riservato solo alle menti curiose e indagatrici, e infatti sono moltissime le donne che scelgono questo genere di lettura. Se avete il senso del fiuto di Agatha Christie, non perdetevi questi 5 titoli rigorosamente yellow. 

Assassinio sull'Orient Express, il libro di Agatha Christie e il film di Branagh

Una pistola come la tua di Enrico Pandiani

Rizzoli

Per chi ama il noir ecco una storia accattivante e avvincente da non perdere. Una pistola come la tua, quinto episodio della serie poliziesca “Les Italiens” creata dall’autore torinese che ha esordito nel 2009. Protagonisti due killer in fuga, accompagnati dal sibilo delle pallottole per le strade di Parigi, e il cadavere di un criminale sull’asfalto. Una caccia dai risvolti pericolosi dove azione, sangue e tanti inseguimenti la fanno da padrone, fino ad un inquietante ritrovamento: la testa di madame Saint-Nectaire, titolare di una importante impresa di costruzioni. Intrighi e azione, ma anche tanta ironia. Si prospettano grossi guai per la squadra de Les italiens. E al centro delle indagini sempre lui, il disincantato commissario Jean-Pierre Mordenti che fra disillusione e una certa pigrizia, riesce a risolvere i casi più complessi. La serie poliziesca diventerà una fiction televisiva internazionale che avrà come regista il talentuoso e raffinato Nicolas Winding Refn, regista di Drive.

La maledizione di Strangolagalli e Teresa Papavero, la Jessica Fletcher nostrana

La paura ti trova di Fabrizio Roncone

Rizzoli

Il libro d’esordio dell’inviato del Corriere della Sera Fabrizio Roncone penetra nel cuore più oscuro della Capitale. Ambientato nella dolente Roma, ha come protagonista Marco Paraldi, ex-giornalista, che indaga sul caso di un bimbo di otto anni scomparso da un campo rom. Dal Tuscolano ai Parioli, dal centro storico a Capocotta regnano spacciatori, transessuali brasiliani, vecchi politici tossicodipendenti, killer, ma anche strani prelati e donne in cerca d’amore. Un’umanità sola e solitaria, a tratti pasoliniana, disposta a tutto. Nessuno è quello che sembra. Ogni anima cerca qualcosa e vuole altro. Un’anarchia totale che viene attraversata da Paraldi con la sua indagine. Un giallo da “marciapiede” che include tutta la storia presente, popolare e cruda.

L'altro capo del filo di Andrea Camilleri

Sellerio

Torna l’amatissimo commissario Montalbano nel nuovo romanzo, il “numero 100”, dell'instancabile Andrea Camilleri. Intorno al dramma dei migranti, che ogni giorno arrivano in Sicilia, si muovono i personaggi che conosciamo da sempre. Fazio, Mimì Augello e persino Catarella, passano le notti sulla banchina del porto, alle prese con uomini, donne e bambini, che arrivano stremati e feriti. Di giorno, invece, devono garantire il funzionamento del commissariato. Elena è la sarta che lavora nel suo bazar di stoffe pregiate che Livia ha contattato per confezionare un abito su misura. Durante una notte viene uccisa con 22 colpi di forbice. Ecco una nuova indagine e un caso da risolvere per il nostro Salvo. L’autore regala una delle storie più commoventi tra quelle ambientate a Vigàta e una sorta di manifesto politico dello scrittore 91enne, alle prese con una realtà che conosce e fotografa assai bene, quella di un esodo di portata mondiale. Nelle sue pagine si coglie lo spirito del tempo e i più toccanti sentimenti. “Insieme a quegli uomini forse stava naufragando il meglio dell’umanità”, fa dire a un riflessivo Montalbano.

La via del male di Robert Galbraith

Salani

Nel nuovo libro di Robert Galbraith ovvero J.K. Rowling, la mamma di Harry Potter, il detective londinese Cormoran Strike, ex militare senza una gamba, deve sconfiggere un avversario crudele. E’ stato sfidato apertamente. Il nuovo caso prende vita in modo macabro. Un pacco sospetto viene consegnato alla sua assistente Robin Ellacott, che rimane sconvolta nello scoprire che contiene la gamba amputata di una donna. Chi può essere l’autore di questo brutale gesto? Solo quattro persone, che fanno parte del passato di Strike, potrebbero esserne responsabili e vengono sospettati. Mentre le indagini per le vie di Londra vanno avanti, nuovi e crudeli delitti stanno per essere compiuti. La scrittrice regala un nuovo romanzo giallo avvincente e pieno di imprevedibili colpi di scena. Inaspettato, veloce e dalla trama talmente complicata che attira il lettore come un ragno cattura l’insetto nella sua ragnatela.

Il cappotto della macellaia di Lilia Carlota Lorenzo

Mondadori

Anno 1943, in un piccolo paese delle pampas argentine viene ucciso un uomo. Un’indagine è in corso in questa comunità, dove vivono personaggi particolari, pettegoli e inquietanti, si sviluppano interessanti dinamiche sociali. Le donne sono le vere anime nere della storia. C’è la sarta che ha un marito rozzo e un figlio un po’ “stordito” che la fa preoccupare. La donna sta cucendo un cappotto per la figlia del macellaio, detta Pagnottina, una giovane ragazza che pensa solo a mangiare dolci con la panna. Mentre l’intera comunità aspetta con trepidazione un imminente matrimonio, la maestra, moglie del macellaio, è alle prese con un alunno poco di buono, intanto il macellaio subisce il fascino della merciaia, la bella Solimana, che irretisce tutti gli uomini del luogo. La storia si evolve e procede come se fosse un enorme mosaico. Ne Il cappotto della macellaia c’è un’analisi attenta di tutti i protagonisti, come una novella teatrale che ruota attorno ad un delitto. L’autrice ha dichiarato di essersi ispirata ad un fatto di cronaca raccontatole dalla madre e dalla nonna, rivisitato con la sua fantasia e con una verve ironica davvero unica e originale. 

I libri per l'estate consigliati da Pianetadonna

gpt skin_mobile-notizie-0