1 5

Macbeth, se Fassbender recita Shakespeare | LA RECENSIONE

/pictures/2015/12/11/macbeth-la-recensione-1676362165[974]x[406]780x325.jpeg
Le Highlands, Shakespeare e Michael Fassbender, ecco cosa serve per un Macbeth imperdibile

Macbeth recensione

Se a distanza di secoli ancora leggiamo e reinterpretiamo i plays shakespeariani un motivo deve pur esserci e il "nuovo" Macbeth di William Shakespeare con Michael Fassbender ne è la prova più recente. Il regista Justin Kurzel è riuscito a proporre il testo classico di Shakespeare rinnovandolo, non tanto nella forma, perchè la recitazione segue il testo del bardo, ma nell'interpretazione e nella messa in scena.

Questo Macbeth non è regale, trionfale, ricco, al contrario è realistico e a tratti brutale. Incontriamo Macbeth nella natura aspra delle Highlands dove conduce una vita segnata dalla durezza della sua terra e dedicata a servire il proprio re. Egli è il barone di Glamis, ma è un barone senza fronzoli ne orpelli, con un esercito che non è nulla di diverso da un gruppo di villici, lontano anni luce dall'immagine mitica dei cavalieri in armi.

Fin quando tre misteriose e magiche figure, tre streghe, non gli appaiono per rivelargli che lo aspetta un destino da re. Ma cosa fare se l'unico modo per impadronirsi della corona è liberarsi del sovrano di cui si professa devoto? Difficile resistere alla brama di potere, impossibile forse, dato che questa ha già conquistato anche Lady Macbeth, eroina cupa e inquietante, da principio più determinata del marito nel voler portare a termine questa l'impresa omicida che gli regalerà il trono.

La bellezza del film di Kurzel sta anche nella genialità con cui risolve determinate situazioni: la penetrazione della magia nel reale, attraverso un gioco di luci e colori, la rappresentazione delle allucinazioni che affollano la mente di Macbeth e, non meno importante, il senso del destino, inteso come condanna, che permea la parabola dello scozzese. Un destino che non si esaurisce con la morte di Macbeth, ma si estende oltre i confini del film con una chiusa che guarda al futuro (comunque a un futuro di sangue) in cui si compirà la profezia delle tre streghe con la salita al trono del figlio di Blanquo.

E' interessante vedere anche come e perché Lady Macbeth e Macbeth decidono di uccidere, visto che lo fanno in momenti e su spinte diverse. Il punto di non ritorno per Lady Macbeth è la morte del figlio, dopo la quale sembra quasi incapace di dare alcun valore alla vita umana, tutto sommato sacrificabile sull'altare dell'ambizione. Per Macbeth invece, più titubante inizialmente, il punto di svolta è proprio la morte del re: una volta compiuto questo atto, che nello schema di valori del personaggio è l'azione irrevocabile per eccellenza, non può esistere più alcun limite. E proprio perché i motivi che li muovono sono drasticamente diversi i due si ritrovano ad essere soli, e non complici, una volta che il potere è stato conquistato.

Michael Fassbender è bravissimo e lo è anche Marion Cotillard nella parte della Lady Macbeth di Shakespeare, nella loro rappresentazione di un amore terribile, senza contare che sono una coppia splendida il che non guasta.

La clip in esclusiva di Macbeth

Tutte le info su Macbeth

Macbeth è un film di Justin Kurzel ispirato al dramma di Shakespeare che uscirà nelle sale italiane il 5 Gennaio 2016 distribuito da Videa

gpt skin_mobile-notizie-0