1 5

Film da vedere: Miss Peregrine - La casa dei ragazzi speciali | Recensione film | Libro | Trailer

gpt native-top-foglia-notizie
/pictures/2016/12/05/miss-peregrine-la-casa-dei-ragazzi-speciali-recensione-film-libro-trailer-3765967509[3066]x[1281]1200x500.jpeg
Film da vedere: Miss Peregrine - La casa dei ragazzi speciali | La recensione, il trailer, tante foto sul film di Tim Burton con Eva Green nei panni di Miss Peregrine, tratto dal romanzo di Ransom Riggs

Film da vedere: Miss Peregrine - La casa dei ragazzi speciali 

"Abraham è stato sicuramente il nonno migliore del mondo, ma non è stato un grande padre. Era sempre via per uno dei suoi viaggi"

Jake è un ragazzo e vive nella Florida più triste e meno da cartolina, in un sobborgo di case basse, percorre ogni giorno quelle strade tutte uguali in sella alla bici, è nell'età nella quale si dovrebbero avere tanti amici e divertirsi, con lui  qualcosa deve essere andato storto perchè dopo un'infanzia felice, la sua adolescenza in quanto a divertimento e felicità, lascia piuttosto a desiderare. La sua infanzia invece - cavoli - quella era stata davvero felice ma solo grazie alla persona che più spesso si occupava di lui, suo nonno Abe, occhi cerulei di chi ha visto il mondo  e voce carezzevole di chi vuole raccontartelo affinchè un giorno possa partirne tu alla conquista. Jake cresce con i racconti di viaggi, le mappe e le storie di 'mostri' di suo nonno, storie corredate da vecchie foto ingiallite di ragazzi e bambini.  Ragazzi e bambini molto strani, o forse Speciali

Film da vedere: GGG - Il Grande Gigante Gentile

Ma la sua infanzia e la sua adolescenza finiscono una notte, quando Jake trova sua nonno riverso dietro un cespuglio, morto. E senza più gli occhi nei bulbi oculari.
Prima di spirare però, da quei pozzi oscuri senza più vita, Abe riesce a raccontare l'ultima storia al nipote. E lo sprona a partire, così Jake decide di attraversare l’oceano insieme allo sconclusionato padre per andare a cercare indizi sulla morte del nonno - perchè lui non ci crede proprio che sia stato un infarto a ucciderlo - e per cercare deve tornare alla Casa 'dei bambini speciali' su una sperduta isola del Galles, in cui avevano trovato rifugio il nonno e altri orfani durante la Seconda guerra mondiale.

gpt native-middle-foglia-notizie

Della casa dei bambini speciali anno 2016 Jake trova solo rovine malandate, un orologio fermo alle 21.07 del 3 settembre 1943 e qualche foto, ma mentre esplora lo scheletro di quella che doveva esser stata una dimora magnifica, Jake pecepisce qualcosa, e uno ad uno escono fuori dalle macerie tutti i protagonisti delle foto e dei racconti di nonno Abe, tutti in carne ed ossa e della stessa età che avevano nelle storie di suo nonno, come se le loro non fossero vicende di quasi 70 anni prima.
I bambini però man mano spiegano tutto a Jake, come avevano fatto tanto tempo prima con suo nonno e lo portano a conoscere chi si occupa amorevolmente ma con fermezza di loro, una perfetta Eva Green di nero-blu vestita, perennemente avvolta dal fumo della sua pipa e armata di balestra contro i mostri;

"Non parlo di cose sgradevoli se non sono costretta"
Miss Peregrine

perchè se è vero che i bambini speciali dei racconti di Abe esistevano veramente, così esistevano anche i mostri, i mostri umani delle persecuzioni naziste che sganciavano bombe e i mostri sovrumani, altre creature speciali ma cattive e corrotte.


Da questa nuova consapevolezza cambia completamente il registro narrativo del film: azione, colpi di scena, prese di coscienza e riti di passaggio all'età adulta coinvolgeranno Jake in una caccia al cattivo che ha i minuti contati, ma che paradossalmente dura un solo giorno dato che Miss Peregrine, oltre ad essere l'istitutrice della casa dei Bambini Speciali è una creatura in grado di modificare il tempo a suo piacimento (sarà per questo che guarda continuamente l'orologio?) e di proteggere i suoi bambini grazie alla crezione di anelli temporali che proteggono dal mondo esterno perchè danno la possibiltà di rivivere all'infinito uno stesso giorno. Ma nè gli anelli temporali nè la specialità di Jake (eh sì, cari lettori, mica credevate che lui non fosse un ragazzo più che speciale?) ad un certo punto sembreranno bastare più contro i malvagi Hollow capitatanati da Mr. Barron (un perfetto Samuel L. Jackson) e dai suoi crudeli amici dagli occhi bianchi.
Nel film tra i protagonisti divertitevi a riconoscere due personaggi:

  • lo stesso Tim Burton appare in un breve cameo, divertitevi a riconoscerlo
  • un famosissimo attore che interpreta un bislacco ornitologo e che solo pochi anni fa era un sex symbol, oggi appare davvero irriconoscibile e non per colpa della stregoneria, ahinoi

Miss Peregrine e la casa dei ragazzi speciali, è un film in uscita il 15 dicembre perfettamente in tempo per il cinema in famiglia del giorno di Natale o della Befana, è un film speciale come il suo titolo. Un film tratto da un bellissimo libro per ragazzi che consigliamo agli orfani di Harry Potter ma anche a tutti gli amanti del fantasy perchè questa è una storia che deve tanto ai mondi della Rowling come alla filosofia della scuola degli X-Men con un pizzico di Narnia, un concentrato di fantasia, sogni e crisi adolescenziali e quell'atmosfera gotica da brividi che lo rende adatto per un pubblico non troppo giovane.
I bambini dagli 8 anni in su probabilmente lo apprezzeranno a pieno, meglio ancora se già avvezzi ai mondi di Harry Potter, Tolkien, ma anche Edward Mani di Forbice perchè ricordiamoci che il regista di questa splendida trasposizione è sempre Tim Burton e in quei sobborghi dove vive Jacob tanto quanto nelle sculture di alberi del giardino di Miss Peregrine, ci sembra di veder aleggiare anche la splendida anima di Edward, con le sue lunghe lame al posto delle mani, che lo rendevano allo stesso tempo così terribile e così speciale.

Animali Fantastici e dove trovarli: la recensione

Cos'hanno di speciale i "ragazzi speciali" di Miss Peregrine?

  • Enoch (Finlay MacMillan) è il ragazzo più grande nella casa di Miss Peregrine. La sua specialità è di riuscire a dare temporaneamente vita agli oggetti inanimati. Con un cuore nelle sue mani, anche una bambola prende vita, e anche chi una vita l'aveva ma l'ha tragicamente persa
  • Emma (Ella Purnell), ha il dono della manipolazione dell’aria e deve indossare un paio di scarpe di piombo che sembrano ferri da stiro o tenersi legata ad una corda come un palloncino, per non volare via. Emma si avvicina sempre di più a Jake, anche perchè le ricorda Abe suo nonno, ma che lei aveva conosciuto quando aveva la stessa età del nipote. 
  • Olive (Lauren McCrostie) anche lei è tra gli inquilini più adulti della casa e ha il fuoco sulla punta delle dita. Deve sempre indossare lunghi guanti neri perché brucia tutto ciò che tocca
  • Bronwyn (Pixie Davies) è la più piccola ma sicuramente la più forte tra i ragazzi speciali, ricorda Shirley temple per i boccoli ma quando vedi di cosa è capace, rimani sbalordito
  • Fiona (Georgia Pemberton) sa manipolare la crescita delle piante e, in un istante, di riuscire a trasformare il seme più piccolo nell’albero più maestoso
  • Claire (Raffiella Chapman) sembra una bambina assolutamente 'normale' e deliziosa a prima vista, ma se gira la testa, possiamo vedere una grossa bocca dai denti affilati sulla sua nuca tra i capelli
  • Hugh (Milo Parker) è il bambino che nasconde un enorme alveare di api proprio dentro di sè e le api gli obbediscono, peccato solo debba indossare una maschera da apicoltore per impedire che lo sciame ronzante che vive dentro di lui faccia troppi guai
  • Horace (Hayden Keeler-Stone) fa sogni premonitori che vengono usati dagli altri ragazzi come una sorta di cinema. Ogni notte si riuniscono e guardano i sogni di Horace proiettati su uno schermo
  • Millard (Cameron King) ha il dono dell’invisibilità, che lo rende il più misterioso e sicuramente il più dispettoso, soprattutto quando si toglie i vestiti
  • I gemelli (Thomas e Joseph Odwell) sono forse i personaggi più 'paurosi a prima vista. Indossano maschere che li nascondono completamente, non parlano ma hanno una 'specialità' impressionante che viene fuori nelle situazioni di maggiore pericolo.  I loro costumi sono quelli che più si avvicinano alla loro descrizione nel romanzo e sono realizzati in garza turca tessuta a mano 

I costumi del film Miss Peregrine sono del premio Oscar Colleen Atwood

Ogni film di Tim Burton merita sicuramente un capitolo di approfondimento sui costumi e Miss Peregrine non è da meno. L'impresa di trasporre l'atmosfera a metà tra presente e anni Quaranta del '900 è stata affidata ad un nome che è già una sicurezza: la tre volte vincitrice dell’Oscar Colleen Atwood, che ha già collaborato con Burton in capolavori come “Edward mani di forbice”, “Ed Wood”, “Mars Attacks!”, “Il mistero di Sleepy Hollow” “Planet of the Apes – Il pianeta delle scimmie”, “Big Fish”, “Sweeney Todd – Il diabolico barbiere di Fleet Street”,“Alice in Wonderland”, “Dark Shadows” e “Big Eyes”. 
Il film è ambientato tra il 2016 e il 1943 e la Atwood ha utilizzato modelli, colori e tessuti tradizionali per entrambi i periodi storici, inoltre ogni personaggio indossa praticamente un solo costume per tutto il film, ragion per cui quel costume doveva essere assolutamente perfetto. 
Ad esempio per Miss Peregrine che è una ymbrine, ovvero una creatura in grado di tramutarsi in uccello, si è pensato ad un abito che avesse alcuni elementi tipici del volatile nel quale lei si trasforma e dal quale prende il nome, ovvero il falco pellegrino, splendido uccello dal piumaggio che dal nero vira verso il blu. “Ha le spalle leggermente appuntite e i tessuti un po’ svolazzanti”, spiega la Atwood. “E poi l’orlo delle maniche ha qualcosa di insolito – si tratta di piccoli dettagli che, in un certo senso, danno l’idea di poter spiccare il volo”. Oltre al costume  di Eva Green, anche i suoi capelli e il trucco ricordano la sua anima da volatile: la pettinatura raccolta tipica del mood anni '40 sembra mossa dal vento e i capelli anche se di base neri hanno splendidi riflessi blu. Gli occhi invece sono resi allungati e dall'aspetto 'rapace' da una pesante mano di eyeliner. Anche Judi Dench interpreta un'Ymbrine ma di un'altra specie e infatti i suoi colori, sia nell'abito che per i capelli, ricordano l'avocetta bianca e grigia.

Miss Peregrine - La casa dei ragazzi speciali - Il libro

Tim Burton ha trasposto sullo schermo un bestseller mondiale, il primo libro dell'americano Ransom Riggs, autore di cortometraggi, scrittore di viaggi, collezionista di fotografie d’epoca e blogger. I tre volumi della trilogia di Miss Peregrine sono pubblicati in Italia da Rizzoli e potrebbero diventare una splendida idea regalo per Natale 2016:
  • La casa dei ragazzi speciali (2011),
  • Hollow City (2014),
  • La biblioteca delle anime (2016)
  • La raccolta I racconti degli Speciali (2016)

Miss Peregrine - La casa dei ragazzi speciali - Trailer italiano

Miss Peregrine, tutte le informazioni sul film

gpt skin_mobile-notizie-0