1 5

Bianca Guaccero: vita privata e intervista alla conduttrice di Detto Fatto 2019 che ha dedicato un libro alla figlia

/pictures/2019/04/03/bianca-guaccero-vita-privata-e-intervista-alla-conduttrice-di-detto-fatto-2019-che-ha-dedicato-un-libro-alla-figlia-3766946346[3396]x[1417]780x325.jpeg Getty Images
gpt native-top-foglia-notizie
Mia figlia sarà donna negli anni Trenta. Cosa le auguro? Di essere sempre libera e felice. L'intervista a Bianca Guaccero, conduttrice di Detto Fatto

Bianca Guaccero

Bianca Guaccero entra tutti i giorni nelle nostre case grazie alla seconda rete Rai con la trasmissione – seguitissima - Detto Fatto. Classe 1981 ha condotto un Festival di Sanremo nel 2008 (l’ultimo di Pippo Baudo) e si è da sempre divisa equamente tra piccolo e grande schermo non disdegnando anche divertissement televisivi come Tale e quale show dove partecipa nel 2015 stupendo in più occasioni giuria e telespettatori. Madre di una bambina di quattro anni, ha da poche settimane pubblicato un libro dedicato alla sua piccola Alice e a tutte le bambine che un domani non troppo lontano saranno donne.

Intervista a Bianca Guaccero

Un bacio. Di quelli che si danno a occhi chiusi. Di quelli pieni d’amore e fiducia in cui non hai bisogno di sapere cos’ altro c’è intorno a te, perché quello che ti serve, in quel momento, è li. Se esistesse un premio per la foto profilo più bella e romantica di whatsapp lo vincerebbe Bianca Guaccero che in pochi pixel in bianco e nero bacia la sua piccola Alice. In quel piccolo tondo c’è tutto l’amore del mondo.

È uno dei primi weekend di primavera quando dall’altro capo del telefono mi risponde Bianca Guaccero.
La nostra chiacchierata parte dal suo primo libro Il tuo cuore è come il mare uscito da poco per Rai Libri e inevitabilmente ci porta a discutere dell’essere genitori e di cosa significhi negli anni Venti del nuovo secolo crescere una piccola donna.

Si tratta di un manuale emotivo ed emozionale per le donne di domani e ovviamente la prima destinataria è proprio la sua piccola quattrenne.

Bianca, quanto l’ha cambiata la maternità?

Molto e continuerà a cambiarmi man mano che mia figlia crescerà. Ora ha 4 anni ed è nella fase dei Perché? Ed è un grande privilegio e una grande responsabilità quella che sento su di me. È stato come aprire un vaso di pandora… la maternità crea dei canali così profondi con te stessa, scioglie le tue parti più granitiche e ti fa tornare in contatto con il tuo lato più ingenuo e infantile.

Una specie di riscoperta del sé?

Sì esatto e sai la cosa più bella dei bambini? Noi per le nostre vicissitudini, le nostre storie e le nostre battaglie ci induriamo… e perdiamo la fiducia. I bambini no. La fiducia dei bambini nei nostri confronti è qualcosa di così bello che mi strazia.

Una bontà che ancora non si è – mi passi il termine – sporcata con la vita

E che mi commuove e mi scioglie. Mi fa capire che quella fiducia dobbiamo proteggerla a ogni costo perché bisogna sempre riuscire per quanto possibile a rimanere aperti nei confronti del mondo e della vita. È questa la magia più bella dell’essere piccoli e che riconquisti solo quando hai un figlio.

Qual è il senso di questo lavoro? Nel libro usa la fiaba come chiave narrativa per prendere per mano una giovane donna e accompagnarla nella vita.

Le fiabe sono un escamotage fantastico. Sono geniali e riescono - con un linguaggio destinato ai bambini - a dire cose incredibilmente profonde. Contengono un linguaggio così puro e alto che arriva al cuore dei bambini, ma anche dei grandi.

Ha immaginato quando vorrebbe che sua figlia leggesse queste pagine? In che momento della sua vita le piacerebbe che prendesse piena consapevolezza di quello che per lei ha fatto con questo libro?

Può essere letto nelle varie fasce di età. Ora potrebbe coglierne alcune, da adolescente altre, da adulta ancora altre. Lo potrà scoprire piano piano crescendo. La cosa importante per me era raccontare in maniera onesta a un figlio, ma non solo, quelle che sono le dinamiche umane. Che non bisogna mai avere paura di niente anche nelle nostre parti più fragili, che non dobbiamo per forza sentirci parte di un branco o compiacere gli altri.

Per ovvi motivi questo libro guarda al futuro. Ha pensato mentre lo scriveva a cosa significherà diventare una donna negli anni 20 o 30 come accadrà a sua figlia?

Questa è una cosa a cui non penso. Cerco di vivere il presente che è il modo migliore per accogliere il futuro. Per affrontare il mondo serve una forte consapevolezza di noi stessi. Dobbiamo riuscire a discernere le critiche costruttive da quelle delle persone che ci scagliano addosso solo il proprio odio. Ma questo non è un modo per educarla, piuttosto per far emergere il meglio di lei.  Tutti noi siamo sempre pronti a mettere in mostra le nostre parti più forti… io ho cercato il coraggio per farle capire che se vorrà potrà anche essere diversa.

In un passaggio del libro scrive a sua figlia: “Ti auguro di essere felice e libera” cosa significa nel 2019 –augurare a una bambina, che un giorno sarà donna, di essere felice e libera?

Le auguro di trovare le sue passioni, di viverle sia a livello lavorativo sia sentimentale e di trovare una persona che sappia esaltare la sua bellezza senza trasformarla, senza farla sentire vittima di giochi di potere anche a livello lavorativo. Vuol dire non compromettersi mai rispetto alla sua etica personale di donna e lottare per salvaguardare per sempre quella bambina che è oggi.

Bianca Guaccero: età e altezza

Bianca Guaccero è nata il 15 gennaio 1981 a Bitonto, in provincia di Bari. L'attrice e conduttrice ha quindi 38 anni portati magnificamente ed è alta 1,70 m.

La vita privata: il marito e la figlia Alice (per cui ha scritto il libro)

Bianca Guaccero è una persona riservata, che tiene molto alla sua privacy e per questo non è mai stata una celebrità al centro di gossip particolari. Nata in Puglia, Bianca ha cominciato a recitare da giovanissima, facendo la sua prima apparizione nel 1999. Dotata di molteplici talenti, ha accompagnato la sua carriera come attrice a quella di grande interprete, cantando in moltissimi show televisivi.

Amatissima protagonista della fiction Rai Capri, in cui interpretava Carolina Scapece, la cattivissima delle prime stagioni poi redenta, Bianca Guaccero ha preso parte anche al Festival di Sanremo in qualità di valletta. Tuttavia è stato proprio il set di Capri a portarle fortuna, non solo per quanto riguarda la carriera, ma anche l'amore. Tra la Guaccero e il regista Dario Acocella è nato un grande amore.

I due si sono sposati in Puglia, sulla spiaggia di Savelletri, nel settembre 2013 con una cerimonia bella e intima. Nel 2014 la Guaccero e Acocella hanno accolto l'arrivo della figlia Alice il 6 Novembre 2014. Purtroppo però l'amore è terminato e i due si sono separati amichevolmente nel 2017.

La carriera di Bianca Guaccero e la conduzione di Detto Fatto  2019

La carriera di Bianca Guaccero comincia nel 1999, quando debutta al cinema nel film Terra bruciata. Appena un anno dopo è sul set con Massimo Ceccherini nella pellicola Faccia da Picasso. Nel 2001 c'è la consacrazione in tv e al cinema, Bianca Guaccero è infatti protagonista di ben due film Tra i due mondi e Streghe verso nord (quest'ultimo di Giovanni Veronesi) e sul piccolo schermo la si vede in Ama il tuo nemico 2 e La memoria e il perdono.

Nel 2006 viene scelta da Riccardo Milani per la fiction Assunta Spina e dal 2006 al 2010 è tra i protagonisti di Capri. Seguono La terza verità, Mia madre di Ricky Tognazzi e Il caso Enzo Tortora. A queste prove di attrice Bianca Guaccero affianca le sue partecipazioni al Tale e quale show, al Festival di Sanremo e ad altre importanti trasmissioni. Dal 2018 è al timone di Detto Fatto, sostituendo Caterina Balivo.

gpt skin_mobile-notizie-0