1 5

John Turturro ne Il nome della rosa: tutte le curiosità sull'attore

/pictures/2019/03/01/john-turturro-ne-il-nome-della-rosa-tutte-le-curiosita-sull-attore-174808493[1024]x[426]780x325.jpeg Getty Images
John Turturro interpreta Guglielmo da Baskerville nella serie tv Il nome della rosa, in onda dal 4 marzo, su Raiuno. Scopriamo tutto sull'attore statunitense dalle origini italiane

John Turturro è Guglielmo da Baskerville nel Nome della rosa

John Turturro è il protagonista della la serie tv Il nome della rosa nei panni di Guglielmo da Baskerville, in onda su Raiuno dal 4 marzo per otto puntate e diretta da Giacomo Battiato.

John Turturro nei panni del frate investigatore recita al fianco del giovane Damian Hardung (nei panni di Adso da Melck), mentre a interpretare l’acerrimo nemico Bernardo Gui, sarà Rupert Everett.

In attesa di vederlo nella serie tv Il nome della rosa, scopriamo tutto sul famosissimo attore americano.

Il nome della rosa: differenze tra libro, film con Sean Connery e serie tv

Biografia: le origini italiane

Americano sì, ma di origini italiane. John Turturro è nato a Brooklyn il 28 febbraio 1957 da una famiglia di immigrati italiani. Il padre, Nicholas Turturro (Nicola all’anagrafe) era un carpentiere di origini baresi (precisamente di Giovinazzo), arrivato negli Stati Uniti all’età di 6 anni. La madre, Katherina, era una cantante jazz di origini siciliane (nata ad Aragona in provincia di Agrigento). John Turturro ha due fratelli, Nicholas che, come lui, fa l’attore e Ralph che è un insegnante. E’ inoltre il cugino dell’attrice Aida Turturro, diventata famosa per la sua interpretazione di Janice Soprano nella serie tv I Soprano appunto.

Napoli e il documentario "Passione"

L’Italia ha fatto sempre parte del cuore di John Turturro che l’ha portata con sé anche nella sua carriera. Nel 2010, l’attore ha presentato alla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia il documentario musicale ‘Passione’ dedicato alla musica napoletana e alla città di Napoli, uno dei suoi posti del cuore, come Turturro ha sottolineato.
Nel 2011, inoltre, l'attore ha ottenuto la cittadinanza italiana e il doppio passaporto e parla abbastanza bene l’italiano (seppur con qualche imperfezione). 

Vita privata: chi è la moglie

John Turturro è sposato da anni con l’attrice Katherine Borowitz. I due si sono uniti in matrimonio nel 1985 e da allora non si sono più separati.
Dal loro amore sono nati due figli: Amedeo nel 1990 e Diego nel 2000 che, proprio per l'amore di Turturro per l'Italia, portano due nomi italiani.

Carriera: i film

La carriera di John Turturro ha avuto inizio nel 1980 con una comparsa in Toro scatenato di Martin Scorsese. Poi, sempre con il regista, l’attore tornò a lavorare nel 1986, questa volta con un ruolo assegnato, quello di ‘Julian’, ne Il colore dei soldi. Presto, a notare il talento dell’attore esordiente, fu Spike Lee che lo volle nel suo film ‘Fa la cosa giusta’, pellicola che fu la prima di una serie di collaborazioni con il regista (Mo' Better Blues, Jungle Fever, Clockers, He Got Game, Lei mi odia sono alcune di queste).
Nel corso della sua carriera, Turturro si è distinto sia nei ruoli da protagonista che nei personaggi secondari interpretati. Ha lavorato con alcuni dei registi più grandi, tra cui - oltre a Spike Lee e a Scorsese già citati - Joel ed Ethan Coen, Woody Allen, Michael Bay, Francesco Rosi e Michael Cimino. I punti di forza dell’attore americano sono stati da sempre la sua versatilità e il suo istrionismo che lo hanno distinto anche nel ricco panorama hollywoodiano.
Negli anni, John Turturro ha dimostrato di potersi calare,  con la stessa disinvoltura e maestria, in ruoli comici e drammatici, reali e di fantasia, trasferendo sempre al pubblico emozioni intense, seppur tanto diverse.
Dai Thriller come Secret Window alle commedie come Gigolò per caso. Dai film di fantascienza come Trasformers a quelli epici come Exodus. Dalle pellicole dai toni drammatico-sentimentali, come Mia Madre di Nanni Moretti alle commedie western statunitense come The ridiculous 6. Fino a tornare indietro nei secoli per interpretare Guglielmo da Baskerville ne Il nome della rosa – la serie tv.

John Turturro regista

La carriera di John Turturro, però, non si è limitata alla recitazione: dal 1992, infatti, l'attore si è calato perfettamente anche nei panni di regista e sceneggiatore, in film come Mac (suo debutto alla regia), Illuminata, Passione, Romance & Sigarettes, Gigolò per caso e nel 2018 ha diretto la regia di un'opera lirica, scegliendo Rigoletto.
 
Il prossimo appuntamento con John Turturro, non sarà al cinema, ma in tv con la serie Rai Il nome della rosa, appunto. Chissà se l'attore italo-americano riuscirà a conquistare il pubblico anche questa volta, nel ruolo del monaco Guglielmo da Baskerville, come fece Sean Connery nel film del 1986.
gpt skin_mobile-notizie-0