gpt skin_web-notizie-0
gpt strip1_generica-notizie
gpt strip1_gpt-notizie-0
1 5

Nero a metà FICTION Rai | Trama | Cast completo, attori e personaggi | Quante puntate sono

/pictures/2018/11/19/nero-a-meta-fiction-rai-trama-cast-completo-attori-e-personaggi-quante-puntate-sono-2373697848[2830]x[1181]780x325.jpeg Ansa
gpt native-top-foglia-notizie
Nero a metà è una fiction italiana della Rai, in onda dal 19 novembre 2018. Parla di due poliziotti molto diversi che si trovano a lavorare insieme. Di seguito troverai trama e cast completo, attori e personaggi interpreti e quante puntate sono previste

Nero a metà

Nero a metà è una fiction Rai prodotta nel 2018 e in onda dal 19 novembre su Rai 1. Protagonista della serie è Carlo Guerrieri, ispettore romano interpretato da Claudio Amendola, alle prese con la criminalità della Capitale ma non solo. Se ti sei incuriosita e cercavi delle informazioni sulla trama, o sul cast completo di attori e personaggi di Nero a metà, anche per sapere quante puntate sono previste, continua a leggere e troverai tutte le curiosità sulla fiction da sapere.

Nero a metà: quante puntate sono previste della fiction Rai

Saranno sei le puntae di Nero a metà per altrettante prime serate, suddivise in due episodi per puntata. Nero a metà esordisce il 19 novembre 2018 su Rai Uno con i primi due episodi, in prima serata. 

La trama di Nero a metà, in breve

Ecco direttamente dalla Rai la trama ufficiale di Nero a metà

Al centro della storia due poliziotti che più diversi non si può: Carlo Guerrieri (Claudio Amendola) e Malik Soprani (Miguel Gobbo Diaz). Li dividono il carattere, gli studi, la provenienza e un altro, trascurabile, particolare… il colore della pelle. Carlo all’Esquilino ci è nato e ci vive da sempre. Anche se adesso a dire il vero -fra tutti quei volti esotici che affollano i dintorni di Piazza Vittorio - ormai si sente straniero a casa sua. Malik invece è nero, ma italiano di adozione: è cresciuto in una famiglia italiana, ha studiato qui, Roma è casa sua adesso.

Le differenze fra i due però non finiscono qui: Carlo è un po’ ciancicato e viene dalla strada, è un bravo poliziotto ma a causa del suo carattere testardo e ribelle non ha fatto la carriera che meritava. Malik di anni ne ha sì e no 30 ed è fresco di accademia (anzi: era proprio il primo del suo corso), perfettino, modaiolo, gli piacciono i gingilli elettronici che al contrario Carlo detesta. È chiaro che due così non possono andare d’accordo, ma il caso (e il dirigente del commissariato) vuole che siano costretti a lavorare insieme.

Caso dopo caso il loro modo di indagare si completa e si integra: diventano una fantastica coppia ‘operativa’, spalleggiata da una squadra affiatata e da un giovane medico legale: Alba (Rosa Diletta Rossi), la figlia che Carlo ha cresciuto da solo, senza una moglie, scomparsa misteriosamente un giorno di tanti anni fa. Una giovane donna che sta prendendo la propria strada, sia professionale che personale. Alba sta andando a convivere con il fidanzato Riccardo (Giulio Cristini): un momento delicato per padre e figlia, che rischia di essere messo ulteriormente in crisi dalla possibile attrazione fra lei e quello sciupafemmine di Malik.

Non che Carlo non abbia i suoi problemi sentimentali, ci mancherebbe: da anni ha una relazione con Cristina (Alessia Barela), la sposatissima proprietaria dell’edicola sotto casa sua, ma quando si tratta di sua figlia Carlo non guarda in faccia nessuno. Per proteggerla, farebbe di tutto.

Nero a metà: cast completo, attori e personaggi della fiction

  • CLAUDIO AMENDOLA è CARLO GUERRIERI
  • MIGUEL GOBBO DIAZ è MALIK SOPRANI
  • FORTUNATO CERLINO è MARIO MUZO
  • ROSA DILETTA ROSSI è ALBA GUERRIERI
  • ALESSANDRO SPERDUTI è MARCO CANTABELLA
  • MARGHERITA VICARIO è CINZIA REPOLA
  • SANDRA CECCARELLI è ALICE SOPRANI
  • ALESSIA BARELA è CRISTINA
  • ANTONIA LISKOVA è MICAELA CARTA

Nero a metà: personaggi e interpreti del cast, la descrizione

  • Carlo Guerrieri (Claudio Amendola)

Probabilmente non ha fatto la carriera che meritava, e certo ad alcuni può dare fastidio il suo sarcasmo, ma l’ispettore Carlo Guerrieri è una vera colonna del commissariato Rione Monti, amato e rispettato dalla sua piccola squadra. E quel cinismo di facciata in realtà nasconde un uomo che si porta dentro un dolore profondo, antico, di cui non può parlare con nessuno. Carlo, infatti, è rimasto vedovo quando sua figlia Alba (Rosa Diletta Rossi) aveva solo un anno, ed è nel ricordo di questa moglie amatissima, Clara (Margherita Laterza), che padre e figlia sono andati avanti insieme, uniti e complici. Il fatto che adesso Alba si stia trasferendo a casa del suo fidanzato è una vera e propria tragedia per Carlo, e non basteranno nemmeno le premure di Cristina (Alessia Barela), la bella - e sposatissima - edicolante di Piazza Vittorio, a tirargli su il morale.

  • Malik Soprani (Miguel Gobbo Diaz)

A dispetto del nome e del colore della pelle, anche Malik è un cittadino italiano. È arrivato dall’Africa che era un bambino, ed è stato adottato da una donna eccezionale: Alice (Sandra Ceccarelli). È sempre stato il primo della classe, ambizioso, bello e brillante. Avrebbe potuto scegliere di intraprendere qualunque carriera e invece ha deciso di restituire qualcosa al Paese che l’ha accolto. È così che Malik ha scelto di frequentare la scuola di Polizia. E da oggi, che di anni ne ha 28, lavorerà con Carlo nella Sezione Omicidi. Di fidanzate non ne vuole sapere. Le donne gli piacciono tutte, tanto, e lui piace alle donne. Sarà il fascino esotico, sarà la parlantina, Malik riesce a uscire ogni sera con una ragazza diversa. Finché un giorno non incontra Alba, la figlia di Carlo. L’attrazione fra i due è letteralmente a fior di pelle, ma una storia vera, tra loro, sembra impossibile.

  • Alba Guerrieri (Rosa Diletta Rossi)

Anche Alba ha iniziato a lavorare da poco: è una giovane anatomopatologa dell’Istituto di Medicina legale guidato dalla sua mentore, la professoressa Giovanna Di Castro (Angela Finocchiaro). Alba è preparata, seria, determinata: non ci è voluto molto perché la Di Castro si accorgesse di avere un’allieva brillante facendone il suo braccio destro. Le intuizioni di Alba sono spesso decisive per la soluzione dei casi sui quali la nuova coppia di poliziotti è chiamata a indagare. E certo, Alba si sta costruendo una carriera di tutto rispetto, ma a differenza di suo padre una vita sentimentale ce l’ha. Ha un fidanzato, Riccardo (Giulio Cristini), con cui sta andando a convivere. Un avvocato, un ragazzo serio e affidabile, un fidanzato perfetto. Forse troppo?

  • Mario Muzo (Fortunato Cerlino)

Napoletano, il sovrintendente capo Mario Muzo è coetaneo di Carlo, di cui è anche il migliore amico e partner investigativo. L’arrivo di Malik nella squadra minerà questo equilibrio, già turbato -per quanto riguarda Muzo- dai suoi problemi coniugali con la moglie Olga (Caterina Shulha).

  • Cinzia Repola (Margherita Vicario )

Sovrintendente della squadra di Carlo, la Repola è incinta di una bambina, ma la vita sentimentale, al momento, la vede single. Per Carlo è come una seconda figlia, per Cantabella (Alessandro Sperduti) è un amore forse impossibile. Gli ormoni la rendono a volte irascibile, ma dentro il commissariato Rione Monti chi riesce a non perdere la pazienza è bravo. Cinzia è la donna dei tabulati, delle registrazioni, dei tracciati telefonici. Anche se la gravidanza la porta a stare più in ufficio che per strada, è una risorsa molto preziosa per il commissariato.

  • Marco Cantabella (Alessandro Sperduti)

L’Agente Scelto Cantabella è un ragazzo perbene: gentile, fin troppo disponibile (Come dice la Repola, forse avrebbe dovuto fare il prete), ma anche un inguaribile gaffeur. Questo, e la sua assoluta fedeltà a Carlo lo mette spesso in difficoltà. Cantabella infatti ha frequentato la scuola di Polizia con Malik, con il quale ha un rapporto di amicizia oltre che di grande stima professionale. Un’altra cosa che Carlo non riesce a sopportare. Dolce e responsabile, è segretamente innamorato di Cinzia Repola, anche se lei sembra non accorgersene.

  • Micaela Carta (Antonia Liskova)

La Carta è la nuova Dirigente della Squadra Mobile. Proveniente dai Delitti Insoluti, fa il suo ingresso al Commissariato Rione Monti quando il suo predecessore, Santagata (Roberto Citran), va in pensione. Quarant’anni portati divinamente, è una donna carismatica, dal fascino algido, capace di porsi come persona comprensiva o -più spesso- austera. Guidata da un senso del dovere che a volte fa sentire fin troppo il suo peso, cambia volto a seconda delle persone, delle circostanze e delle sue finalità.

  • Giovanna Di Castro (Angela Finocchiaro)

Giovanna Di Castro, “La medicina legale” come ama definirsi, è la mentore di Alba. Milanese, schietta, dalla battuta pronta. Lascia molta libertà ad Alba, nonostante la sua giovane età, perché si fida di lei (e del suo equilibrio, che lei invece non possiede in grande quantità essendo un genio) ma anche perché al momento è impegnata nel complicatissimo caso della ricostruzione di un vecchio scheletro rinvenuto in un cantiere edile…

gpt inread-notizie-0
gpt skin_mobile-notizie-0